Aggregatori e Francesco

Citazioni Web

"come funzionano"

Stefano Todaro

Ho imparato nel tempo ad essere particolarmente grato a chi “non mi capisce al volo” ed a chi non solo “non crede subito alla fattibilità dei miei pensieri”, ma soprattutto a chi non perde occasione per “cercare di ridicolizzare e screditare il mio essere e vivere nel mio tempo … solo perché non lo comprende”!

Faccio un valido esempio!

Ultimamente mi sono trovato ad aggiornare il mio amico Francesco, giornalista (mi dice e gli credo di essere il direttore di un giornale) al lancio del mio ultimo modello di Campagne PROPAGA. Mi sto riferendo al Circuito delle Citazioni Web. Ovvero alla possibilità concreta per una Micro-Piccola Impresa di poter generare Alta Visibilità Online di Qualità a Basso Costo o addirittura (nella solo percorso di selezione del BRAND) anche senza investire soldi e senza perdere troppo tempo!

Gli rammento che la Piattaforma PERCORSIMPI non vende nulla, ecco perché non cerchiamo clienti ma BRAND sui quali investire in Funzionalità & Servizi Online, utilizzando Modelli di Socio-Economia, ormai noti a tutti ed utilizzati da pochi!

Siamo entrambi di fretta, ed abbiamo sempre poco tempo. Quindi sorvolo sui dettagli e gli comunico subito quello che penso a lui possa servire per presentare ai suoi Contatti questa (a mio avviso) ottima opportunità di generare quella che gli altri chiamano Pubblicità Online!

Dico a Francesco “Sono in grado di selezionare Micro-Piccoli Brand MADE IN ITALY e pubblicare online su lunghi periodi loro flussi di aggiornamenti di qualsiasi tipologia di Novità siano interessati a comunicare online, riferiti alle loro attività!”. “Serve solo la loro Registrazione alla Piattaforma PERCORSIMPI, e l’invio delle Autorizzazioni & Consensi per la pubblicazione. Il tutto senza costi di attivazione! E’ consigliabile, se ci sono le condizioni, sviluppare anche un’Analisi Fattibilità per gestire prima di tutto i flussi di aggiornamenti da pubblicare, e successivamente i nostri investimenti da programmare insieme a quelli dell’imprenditore sul suo BRAND!”.

Lui capisce al volo e mi dice “Per essere pragmatici, in pratica tu ti proponi come un Aggregatore di Notizie! Come fa Google News!”.

Io aggiungo “Si in parte, per quanto riguarda l’aggregazione, ma in modo del tutto diverso per quanto riguarda Contenuti, Tassonomia e Indicizzazioni!”.

Lui ribadisce “Noi abbiamo le nostre Pubblicazioni Online, ma la Visibilità Online, non basta mai, può essere interessante! Ma non capisco cosa proponi!”

Io rilancio il concetto dando maggiori dettagli operativi: “Per come sono organizzati attualmente i Mercati del Mondo Online, le Micro-Piccole Organizzazioni hanno bassissime possibilità di aver una sufficiente Visibilità e Valorizzazione Online, per Qualità e Costi! Quello che offro, in questa prima fase di Primo contatto, è la possibilità di poter partecipare a delle Campagne PROPAGA, rimandando Campagne a Pagamento anche su Canali Web Pubblicitari, abbinando le loro informazioni alle mie pubblicazioni, producendo Contenuti Web coerenti per generare indicizzazione di qualità sui Motori di Ricerca, e senza limite di pubblicazione!”

Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire! (Anonimo)

A questo punto, percepisco la sua totale ambiguità nella sua mente, Lui continua a non comprendere, sento che non riesce a trovare un’applicazione operativa, o pratica come dice lui! Alla fine, ovviamente, mi dice di non conoscere nessun Micro-Piccolo Imprenditore con queste esigenze, in grado di valutare questo tipo di opportunità!

Io finisco il tempo …. Lo saluto, e gli dico che gli avrei comunque inviato delle Campagne di Citazione Web, così avrebbe compreso meglio!

Poi, come faccio sempre quando termino colloqui in cui sembra di aver appena parlato in Aramaico Antico ad un Tedesco che comprende solo il Norvegese, facendo fede alla presunta preparazione professionale del mio interlocutore, mi domando “Come mai non ha capito? Cosa non l’ha convinto? Quali potrebbero essere state le sue reali  difficoltà?”

E’ stato lui ad associare le Citazioni PROPAGA all’Aggregazione Web! Forse perché proprio l’Huffington Post è stato il primo aggregatore di giornali! L’associazione ci poteva stare!

Il termine Aggregazione in statistica è “il passaggio dalle grandezze singole a quelle globali”. I possibili sinonimi possono essere: affiliazione, annessione, associazione, unione.

Senza voler fare alcun paragone con Google, ma solo con la funzionalità generata da Google News, è sicuramente corretto far riferimento all’aggregazione proposta da questo portale mondiale di NEWS.

La peggior cosa da fare per creare un buon paragone è scegliere qualcosa di non paragonabile!

Solo che esistono cinque grandi differenze con quella proposta dal Componente Web della Piattaforma PROPAGA:

  1. Google News pubblica quello che gli algoritmi informatici decidono di visualizzare in termini di notizie, immagini, video ed in quale ordine. Le persone al massimo gestiscono gli algoritmi su logiche di massa globale.
  2. Google News non produce Contenuti Web, ma solo i link di pubblicazione dei Contenuti prodotti dai suoi utenti, generati dalle indicizzazioni nel suo Motore di Ricerca, utilizzando i suoi algoritmi.
  3. Google News propone solo la sua struttura tassonomica delle informazioni aggregate da far utilizzare ai suoi utenti direttamente dal portale, per l’accesso alle indicizzazioni generate dal suo Motore di Ricerca, utilizzando i suoi algoritmi.
  4. Google News non genera ulteriore indicizzazione personalizzata per nessun utente, abbinata al suo Motore di Ricerca, se non limitatamente alla sua struttura tassonomica decisa da Google.
  5. Il tempo nelle logiche degli algoritmi gestiti da Google News esiste solo espresso in termini di nuova pubblicazione o di ultimo aggiornamento.

Quello che propone PROPAGA per tutte le sue tipologie di Campagne, è diverso:

  1. Tutte le attività di progettazione, produzione e pubblicazione erogate da PROPAGA sono gestite da persone in piena collaborazione con ogni Brand. La personalizzazione è totale.
  2. Per ogni Campagna PROPAGA sono prodotti dei Contenuti Web di varia tipologia personalizzati per i propri Brand registrati.
  3. Per ogni Campagna PROPAGA è progettata una struttura tassonomica e ontologica delle informazioni aggregate ai propri Brand, personalizzata alle loro caratteristiche.
  4. Ogni Campagna PROPAGA genera ulteriore indicizzazione a favore dei propri Brand, personalizzata alle loro caratteristiche.
  5. Il tempo nelle Campagne PROPAGA, gestite dalla Piattaforma PERCORSIMPI, non si limita solo alla nuova pubblicazione o all’ultimo aggiornamento, ma è espresso anche in termini di durata della Campagna. E’ la Campagna che genera l’indicizzazione!

Ho sempre preferito dare più credito e Valore Strategico a qualcuno che “ha tentato ma non c’è riuscito”, piuttosto di analizzare chi “è riuscito, senza sapere neanche il perché”!

Siamo portati a credere che  la “Quantità” sia sempre migliore e di maggior valore della “Qualità”! Lo stesso valore per Oggettivo e Soggettivo!

Tutte queste riflessioni però non mi hanno aiutato a capire come mai Francesco non trova utile e vantaggiosa l’opportunità per un Micro-Piccolo Imprenditore di far conoscere i propri aggiornamenti riferiti ai propri Eventi, Prodotti, Servizi, Progetti, Storie o Attività, a Condizioni e Costi non riscontrabili in nessun tipo di Mercato ed Offerta possibile nel Mondo Online!

Se non credesse alle mie capacità professionali nel realizzare simili risultati a queste condizioni, me lo avrebbe detto, ed io sarei stato in grado di dimostrarglielo organizzando una Campagna con un Brand! Del resto PERCORSIMPI non ha inventato nulla, ma solo integrato il tutto con regole e condizioni fuori mercato!

Alla fine mi sono domandato “Pensa se avessi detto a Francesco che le Campagne Citazioni Web sono già predisposte come tutte le altre a gestire Contenuti Long Tail, Pillar e Cornerstone! Tanto per citare uno delle ultime “attenzione” tanto amate da chi segue tutte queste etichette!”

L’unica spiegazione in tutti questi casi può dipendere a mio parere solo da tre punti, fra loro “terribilmente” interconnessi, e progressivamente ad alto impatto distruttivo:

  • Il primo è che nella mente dei miei interlocutori (per essere buono) almeno il 75% ha solo una vaga idea di qualche pezzo d’informazione e qualche testimonianza dei possibili risultati! Manca una visione più completa ed aggiornata! Non c’è un’esperienza diretta e integrata! Si è portati a pensare al Mondo Online, o non in termini “imprenditoriali” ma “goliardici”, magari anche di “Stupidità Virale”, ma senza alcun Valore Strategico orientato ai Mercati, o seguendo l’ultima “etichette o acronico che fa fico”, e non gestendo un Approccio Olistico!
  • Il secondo è che spesso nella mente dei miei interlocutori, come anche in questo caso, si è portati a fare riferimento alle Big Company, alle Multi Nazionali, o se va bene ad organizzazioni in grado di investire almeno 20000 € all’anno solo per la pubblicità online! Il target di PERCORSIMPI sono le Micro-Piccole Imprese, con meno di 10 addetti e sotto i 300.000 € all’anno!
  • Il terzo, la più devastante, un atteggiamento poco adatto a predisporre possibili miglioramenti operativi nel breve termine! Non solo manca, curiosità e senso critici e costruttivo! C’è troppo la convinzione di aver già acquisito tutta la conoscenza e l’esperienza necessaria a poter valutare qualcosa non di nuovo, ma di diverso! Tutti vogliono solo i casi di successo, i grandi numeri, il grande consenso già manifestato e verificato! Si confondono i Test, con l’essere una cavia da laboratorio!

Quello che ridimensiona questi tre punti è dato solo da due osservazioni ampiamente verificate non solo da me:

  • Tutti i tre punti sono l’espressione del genere umano, o meglio, la risposta di un certo tipo di persona.
  • Infatti, altre persone, spesso anche senza titoli istruttivi di alto livello, hanno dimostrato di non capire quasi nulla di molti aspetti tecnologici (primo punto), ma di essere al contrario molto predisposti a valutare in modo personalizzato le opportunità generate dalla Piattaforma PERCORSIMI per il loro brand (secondo e terzo punto).

Come mia risposta operativa alla gestione di queste criticità, ho scelto di prendere contatto con una quantità sempre maggiore di Brand e quindi con molte altre Persone e ricominciare il Processo di Selezione e di valutazione degli investimenti dall’inizio ogni volta!

Condividi il post!

Lascia un commento